Le musiche trasportano lo spettatore nell’informalità di una taverna greca con la straordinaria potenza delle sonorità rebetiche, dove tra una raki e un souvlaki prenderà forma il racconto di un figlio di immigrati greci in Italia. Tra senso di appartenenza e ricordi d’infanzia, tra le ansie della paternità e il peso delle proprie origini, lo spettacolo ci accompagnerà nei meandri di una cultura millenaria e nei suoi rilasci nella quotidianità contemporanea.

Un Riflesso di Grecia non facile da catalogare al di fuori degli stereotipi, ma allo stesso tempo semplice, con ritmi antichi, musiche e valori che sopravvivono ancor oggi e di cui noi tutti abbiamo profondo bisogno.

Monologhi ed aneddoti sono raccontati o letti da Emanuele Apostolidis e sono tratti dai suoi libri: Sette Giorni in Grecia (2017) e In Viaggio con Aristotele (2020), entrambi editi dalla Becco Giallo.
Musiche e canzoni del repertorio Rebetiko e Mediterraneo sono eseguite dal vivo dai Safar Mazì e sono tratte principalmente dai Cd Thalassa (Mare) dedicato espressamente alla Grecia e da Safar (Viaggio).

Emanuele Apostolidis “Apos” è nato ad Arzignano (VI) da padre greco e mamma veneta. E’ scrittore, sceneggiatore ed attore, con spettacoli da lui stesso scritti. I suoi libri intrecciano linguaggi diversi come fumetto, appunti di viaggio, aneddoti personali e familiari, nozioni storiche.
Ha un curriculum nutrito di scritti, fumetti e poesie a partire dal 2008: “Un toro per Dandolo” per SF Edizioni e un volume di storie brevi curato da Fabio Mori; partecipa con successo al concorso per sceneggiatori con la pubblicazione “Medusa” sulla rivista “Fumo di china”.
Nel 2009 collabora con la Regione Veneto al progetto a fumetti “Demotopia” e collabora con diverse aziende ed associazioni per fumetti pubblicitari.
Realizza come sceneggiatore alcune storie sulla città di Schio. Nel 2015 progetta e scrive il fumetto “De Gustibus”, disegnato da Francesco Frosi, che presenzia all’EXPO di Milano in rappresentanza dell’azienda giapponese Shimadzu.
In teatro porta spettacoli da lui stesso scritti e recitati come “L’amore ai tempi del cellulare”, “Se fossi figo”, “A cena coi pirati”, “L’insostenibile leggerezza di essere un precario” e “Indovina chi viene a cena”. Nel 2016 sette sue poesie vengono pubblicate su un’antologia di poeti contemporanei dal titolo “Navigare” edito da Pagine SRL. Nel 2017 pubblica per Becco Giallo la sua Graphic Novel   “7 Giorni in Grecia” e nel 2020 “In Viaggio con Aristotele”.